Advanced search  

News:

cpg1.5.48 Security release - upgrade mandatory!
The Coppermine development team is releasing a security update for Coppermine in order to counter a recently discovered vulnerability. It is important that all users who run version cpg1.5.46 or older update to this latest version as soon as possible.
[more]

Pages: [1]   Go Down

Author Topic: Messaggi privati (PM) disabilitati  (Read 11881 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Davide Renda

  • Moderator
  • Coppermine addict
  • ****
  • Offline Offline
  • Gender: Male
  • Posts: 1427
  • aka "Lontano"
    • www.daviderenda.eu
Messaggi privati (PM) disabilitati
« on: September 03, 2009, 11:24:14 pm »

A causa del massiccio abuso dei messaggi privati (PM) in passato, il team di sviluppo di Coppermine ha deciso di interrompere il servizio disabilitandoli a tutti gli utenti. Come conseguenza immediata, potrete unicamente ricevere messaggi dai membri del suddetto team e dei moderatori, ma non mandarne. triste per gli utenti che utilizzavano questo strumento correttamente, purtroppo la maggior parte dei messaggi era indesiderata e/o inopportuna.
Siamo dispiaciuti per coloro i quali utilizzavano i PM legittimamente; tenete comunque presente che non c' supporto individuale, n via PM, n via e-mail.
Per chi si domandi "come contattare gli sviluppatori/supporter di Coppermine" la risposta : non fatelo! Non bisogna contattare privatamente, ma se avete un dubbio, una domanda o qualcosa da dire, utilizzate l'opportuna sezione del forum.
Se un membro del dev-team avesse bisogno di contattarvi, vi sar inviato un messaggio spiegandovi come mettersi in contatto con noi.

Joachim Mller

Post originale qui

Davide Renda

  • Moderator
  • Coppermine addict
  • ****
  • Offline Offline
  • Gender: Male
  • Posts: 1427
  • aka "Lontano"
    • www.daviderenda.eu
Re: Messaggi privati (PM) disabilitati
« Reply #1 on: September 03, 2009, 11:26:37 pm »

E aggiungo io: ci sono stati casi, su altri supporti, di truffatori che, millantandosi per contributori/sviluppatori, richiedevano dati di accesso e hackeravano il sito del povero utente. Per evitare tali danni, prima che si propaghino anche qui, abbiamo preso questa difficile decisione.
Pages: [1]   Go Up
 

Page created in 0.015 seconds with 20 queries.